Enrica Meloni

Ultimi Lavori

violino

Nata a Cagliari, si è perfezionata con F. Cusano. Ha approfondito la prassi esecutiva classica e barocca con il Quartetto Turner, P. Goodwin e Ph. Herreweghe (Festival Internazionale di Musica Antica di Saint), ed esibendosi con il trio barocco La Suave Melodia. Dal 1994 al ’99 ha svolto intensa attività concertistica con l’Orchestra Regionale Sarda, anche come solista.

Ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, con l’Orchestra A. Toscanini di Parma, e dal 2002 al 2010 con l’Orchestra Sinfonica di Savona in veste di prima parte.

Collabora stabilmente con l'ensemble Sentieri Selvaggi, eseguendo in prima assoluta “D’un tratto nel folto del bosco” di F. Vacchi con Moni Ovadia, per la rassegna MITO Settembre Musica, trasmessa da Rai Radio 3 (Repubblica: “L’eccellente realizzazione dei musicisti virtuosi di Sentieri Selvaggi”); “And do they do” di M. Nyman e “Something connecting with Energy” (dedicato da Nyman all’Ensemble stesso, commissionato dal Festival della Scienza di Genova).

Con lo stesso ensemble, si è esibita al Malopolska Garden of Art di Cracovia al Festival Internazionale di Musica Contemporanea “Sacrum Profanum”. Ha registrato la colonna sonora del cortometraggio “Come un soffio”, per la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, con musiche di C. Boccadoro per quartetto d’archi; e il CD “La Messa dell’Uomo Disarmato” di F. Vacchi con l’ensemble Sentieri Selvaggi per la Agon.

Il suo interesse per repertori diversi l’ha portata ad esibirsi con Tango Seis e come violino solista con Flores del Alma e M. A. Zotto al Teatro degli Arcimboldi e al Teatro Nuovo di Milano, al Teatro Manzoni di Bologna, al Foro Italico di Roma, al Teatro Philarmonie Im Gasteig di Monaco di Baviera.

Nel 2011 ha tenuto una Masterclass al Liceo W. Von Der Vogelweide di Bolzano. Dal 2004 al 2016 ha insegnato violino presso la Civica Scuola di Musica di Casatenovo.

È docente di violino nella Scuola Suzuki di Osnago e nella Scuola di Musica della Fondazione Piseri di Brugherio.